Poker Texano

Hako Srl – Poker Texano! Leggi Poker Texano: news, curiosità e tornei

Category ‘Poker News’

Posted by rita On dicembre - 31 - 2012
poker

Il poker sportivo subisce ancora il luogo comune che sia un gioco d’azzardo, ma la differenza è abissale.

Ormai è l’argomento del mese tratta dell’apertura delle mille sale da poker programmate entro il 2013, e il fondamento che il poker sportivo non debba più essere considerato come un gioco d’azzardo. Il poker sportivo subisce ancora il luogo comune che sia un gioco d’azzardo, ma la differenza è abissale.
La confusione fra il poker sportivo e il gioco d’azzardo è ormai evidente, dato che sono i pezzi grossi della politica e della satira a fare confusione. Questo luogo comune purtroppo non è facile da abbandonare, perché il poker sportivo viene visto come un qualsiasi altro gioco d’azzardo. Le partite con gli amici, i tornei di poker, le partite familiari vengono messe da parte, e la preoccupazione è soltanto che il poker porti alla ludopatia. Eppure nessuno direbbe mai ad un tifoso sportivo di essere un giocatore d’azzardo, nessuno punterebbe un dito accusatorio contro il calcio o il basket, che vengono considerati sport. Si accusano direttamente i giocatori delle bollette assidui.
E allora perché accusare chi pratica il poker sportivo e trattarlo come un qualsiasi giocatore d’azzardo?
Perché non c’è alcun interesse a fare un chiarimento in Italia. Negli altri paesi la differenza è ormai evidente, eppure in Italia siamo ancora arretrati con le idee.

 

 

Posted by rita On dicembre - 24 - 2012
maurizio-crozza

La critica di Maurizio Crozza sul poker live potrebbe influenzare l’opinione pubblica?

Ci risiamo. Non ci possiamo fare nulla, la disinformazione colpisce tutti quanti, e purtroppo quando è un personaggio pubblico che cavalca l’onda del successo nessuno può rimanere poco influenzato dalle sue parole.
Parliamo di Maurizio Crozza, che nel suo show su La7 “Crozza nel paese delle Meraviglie”, ha criticato il poker live, o meglio la decisione del governo di aprire mille sale di poker live, sebbene non sappiamo ancora se realmente verranno aperte o meno, dato che si aspetta da anni la regolamentazione del gioco del poker live.
Maurizio Crozza ha paragonato il poker live agli altri giochi che fanno cadere gli italiani nel gioco compulsivo, come lotto, slot machine, gratta e vinci e così via, dimenticandosi però che c’è un abisso fra i tornei di poker, il poker sportivo e il comune gioco d’azzardo, e probabilmente l’apertura delle mille sale da poker live avrebbe portato ad un controllo legale del gioco del poker live.
Il fatto è che le parole di Crozza rafforzano il luogo comune del poker live, pubblicizzando il fenomeno negativamente a migliaia di persone che lo seguono assiduamente. Ed è un errore a cui cadono moltissimi politici e giornalisti. Il fatto è che una minoranza cada davvero nella ludopatia per colpa del poker live o del poker online, dimenticandosi che prima di tutto è soltanto un gioco e bisogna giocarci responsabilmente.

 

Posted by rita On dicembre - 22 - 2012
berlusconi

Berlusconi annuncia che aumenterà la tassa sul gioco d’azzardo, sul tabacco e sull’alcol. Inizia l’era del proibizionismo?

Se hanno polemizzato sulle aperture delle mille sale live sul poker, adesso si svelano molti altarini. Berlusconi l’altra sera ha dichiarato che eliminerà l’IMU, in cambio però aumenterà la tassa sul gioco d’azzardo, sul fumo e sull’alcol.
Se da una parte potrebbe anche sembrare giusto, perché in molti paesi esiste una tassa sul gioco d’azzardo proprio per diminuire il tasso dei ludopatici, in Italia non è così. Il motivo di tale mossa politica è solo per le apparenze, per conquistare gli italiani facendo credere di salvarli dalla rovina e dall’ingiustizia di Monti per aver creato la tassa dell’IMU, facendo dimenticare a tutti gli italiani per quale motivo era stata creata questa tassa. E  Famiglia Cristiana accusa lo stato dell’apertura delle sale da gioco, fingendo che questo travaso dall’IMU alla tassa sul gioco d’azzardo non avvantaggerà la chiesa cristiana.

Insomma legalizzare il poker live sarà soltanto per il tornaconto dello stato, e non più per garantire la sicurezza dei giocatori di poker. L’aumento della tassa sul gioco d’azzardo forse era scontata, dato che non è incluso soltanto il poker, ma anche il lotto, il bingo, le slot ecc… e dovevamo aspettarlo.

 

 

 

 

 

Posted by rita On dicembre - 21 - 2012
sala bingo

Le sale poker live saranno diffuse come le sale bingo? Ancora non ci è dato saperlo.

In Italia la legge è molto severa riguardo l’apertura di nuove sale poker live. Quelle non autorizzate vengono chiuse, e nemmeno i circoli sportivi a volte vengono risparmiati.

La legge di stabilità non ha portato altro che polemiche, dato che le sale poker live in Italia non sono legali, escludendo i casinò nazionali e i circoli privati dove c’è ancora tolleranza finché non sfocia nel gioco d’azzardo.
Insomma in Italia si aspetta da anni che venga approvata la normativa per rendere legali le sale poker live,  e le gare d’appalto per l’apertura di esse era stata rinviata al mese di Gennaio 2013, poi rinviata di sei mesi per Giugno 2013. Adesso vi è stato l’annullamento del rinvio, e quindi il bando per l’apertura delle nuove sale poker live potrà essere emanato nuovamente a Gennaio. Un’altalenante rinvio di date!

Al ministero i pareri sono discordanti: c’è chi è favorevole a legalizzare il gioco d’azzardo, poiché significherebbe un gioco controllato e più entrate nelle casse dello stato; dall’altro lato i ministri sono sconcertati dalla notizia dell’apertura di migliaia di sale poker live, temendo che la gente possa cadere in rovina e diventare dei giocatori compulsivi.

Quindi le sale poker live arriveranno in Italia? Non subito, ma probabilmente arriveranno in un futuro non troppo lontano. Nonostante le gare d’appalto, si attende ancora un regolamento che disciplini il gioco e l’importo delle tasse sulle puntate di gioco.

Posted by luigi On dicembre - 19 - 2012

Poker rooms autorizzate AAMSE’ notizia di questa settimana l’apertura di un altro casinò online, quello di Paddy Power. Non conoscete quest’agenzia? È giunta in Italia da qualche mese, lanciando prima il canale dedicato alle scommesse sportive e soltanto all’inizio di questo mese di dicembre ha deciso di dedicarsi anche ai giochi d’azzardo, poker incluso. Naturalmente tutto sotto il controllo di AAMS che ha autorizzato la società ad entrare in questo particolare mercato. Il sito è ancora in fase di ampliamento per cui ci sono disponibili solo un paio di giochi di carte, tra cui il blackjack e Casino Hold’em. Nonostante ciò, però, all’interno del casinò di Paddy Power potrete cimentarvi con le divertentissime slot machine dedicate a tanti supereroi dei fumetti e magari portarvi a casa qualche ricco jackpot progressivo. Per gli amanti del gioco d’azzardo è certamente un buon punto di partenza per divertirsi in vista della prossima apertura anche di un canale interamente dedicato al poker online.

Dopo avervi dato qualche piccola informazione riguardo a ciò che sta succedendo nell’universo dei casinò on line in Italia, è giunta l’ora di darvi qualche piccolo consiglio sul gioco del poker texano. Siamo certi che qualcuno le riterrà interessanti per accrescere il suo bagaglio personale e magari riuscire a vincere qualche piatto in più con i nostri suggerimenti. Oggi vi parliamo della posizione che è forse uno degli elementi più importanti da considerare all’interno di una mano di poker Texas Hold’em. A nostro avviso la posizione migliore è quella dell’ultimo a parlare, in quanto crediamo che chi parla per ultimo ha la possibilità di valutare la situazione nel suo complesso e quindi di prendere la scelta più giusta. In questo modo potrà valutare se fare un raise, se aspettare o addirittura se bluffare. Altra posizione interessante è quella chiamata “under the gun”, ovvero il primo a parlare. In questo caso la situazione è completamente rovesciata rispetto a quella che via abbiamo proposto poco fa, in quanto dopo di noi parleranno tutti gli altri avversari. Se vi trovate in questa situazione pensateci bene prima di fare un raise deciso con un bluff perché potreste trovarvi nei guai nel caso qualche altro giocatore avesse delle buone carte in mano. Se infine vi trovate in posizione centrale non rischiate giocate troppo eccessive, ma se avete delle carte iniziali super provateci e vedrete che alla fine il piatto sarà vostro. Ricordate che l’aspetto della posizione è molto importante da considerare, soprattutto nel poker. Osservando questi piccoli consigli vi renderete conto che nel lungo periodo e nella modalità cash game le vincite aumenteranno considerevolmente.

Tra la versione reale e quella online non c’è tantissima differenza anche se c’è una considerazione molto importante da tenere bene a mente. Il poker Texas Hold’em online è senza alcun dubbio un gioco in cui la pazienza del giocatore è una caratteristica fondamentale. Rispetto alla versione live per concludere un torneo, ad esempio, saranno necessarie moltissime mani in più. Altro aspetto è la noia da tollerare in quanto quando si gioca in modalità on line il giocatore sarà costretto a stare da solo davanti al computer per ore ed ore senza avere tante possibilità di relazionarsi con gli altri giocatori. Il nostro consiglio è quello di lavorare tantissimo sulla concentrazione e soprattutto di non giocare per troppe ore consecutive. In questo modo eviterete di presentarvi scarichi al tavolo.

 

Posted by rita On dicembre - 16 - 2012
torneo di poker

Diventare uno dei migliori giocatori professionisti di poker è possibile, ma bisogna fare a molte rinunce.

Il sogno di ogni nuovo neofita del Texas Hold’em è quello di diventare uno dei migliori giocatori professionisti di poker che sia mai vissuto in Italia.
Le possibilità sono molto poche, ma esistono casi di giocatori italiani che sono riusciti a sfondare nel poker online dopo aver rinunciato agli studi o dopo esserci fatti un nome nei tornei di poker online.
E’ il caso di Max Pescatori, che ha bazzicato nel casinò di Venezia tanto a lungo da decidere di partire per l’America e migliorare il proprio stile di gioco a Las Vegas.
Oppure come Gabriele Lepore, uno dei migliori giocatori professionisti di poker che abbia fatto carriera in pochissimo tempo, rinunciando agli studi per sfondare nei tornei di poker online da Sisal.

A questo punto pare evidente che l’impresa non è impossibile. Per diventare uno di migliori giocatori professionisti di poker c’è bisogno di ottime tattiche di gioco, bravura, un po’ di fortuna, ma anche tanti e tanti sacrifici da fare per poter sfondare in maniera più rapida possibile nei tornei di poker.
Perché un modo rapido per farsi notare è proprio quello di partecipare e vincere ai numerosi tornei di poker organizzati dai casinò online.
Quindi se siete molto bravi nel gioco, provate prima a partecipare ai numerosi tornei online, e soltanto dopo valutate se realmente siete intenzionati a mollare tutto per il poker.

 

Posted by rita On dicembre - 15 - 2012
youtube poker

Le lezioni di poker su Youtube sono utili per apprendere le basi e le regole del gioco.

Molte volte quando fate una ricerca su Google, qualsiasi sia l’argomento, trovate in lista dei video che vi porteranno su Youtube.
Questo discorso vale anche per il poker. Spesso troverete delle pagine che vi prometteranno delle lezioni di poker, qualsiasi sia la variante che state ricercando.
La domanda è questa: le lezioni di poker pubblicate su Youtube sono utili per imparare nuove strategie e trucchi sul poker?
Non è semplice rispondere a ciò. Di certo è utile cercare su youtube delle lezioni di poker per apprendere le basi del gioco, vederne i meccanismi.
Molti video si concentrano sulle tecniche utilizzate dai bari per imbrogliare, utili da conoscere soprattutto per evitare di essere raggirati nel gioco dal vivo.
Altre nozioni utili da apprendere sono i tutorial per come muoversi nei siti di gambling italiani, che spiegano come ottenere dei punti bonus dai siti di poker online.
Altri video che si possono trovare su youtube sono filmati dei tornei di poker all’estero, a volte non visibili nei canali televisivi italiani; in questo caso vi consigliamo di guardarle, perché vedere dei giocatori professionisti all’opera è molto meglio di una semplice lezione di poker che spiega regole e trucchi.
Insomma i video su Youtube raccolgono pillole e nozioni di ogni genere, perciò è conveniente guardarli quando si è agli inizi.

 

Posted by rita On dicembre - 14 - 2012

poker communityDopo aver passato molto tempo nei siti di poker online, aver capito i meccanismi dei tavoli da gioco e aver fatto un po’ di esperienza, a molti giocatori nasce il bisogno di socializzare con altri giocatori.
Ed è per questo motivo che nascono le poker community, proprio per permettere ai giocatori di fare uno scambio di notizie e consigli, fare nuove conoscenze e migliorare le proprie strategie facendosi consigliare da giocatori più esperti.

Nelle poker community spesso bazzicano anche delle promettenti stelle del poker, si organizzano partite di poker live od online improvvisate fra gli utenti, si conoscono nuove persone e a volte si ha la fortuna di parlare con dei giocatori professionisti.
Per questo motivo molte piattaforme di poker online fondano anche delle poker community, forum e chat per facilitare queste azioni e guadagnarne in popolarità. Così i giocatori possono organizzare un tavolo direttamente nel sito dov’è ospitata la poker community, e magari creando direttamente degli eventi per far conoscere i giocatori da loro sponsorizzati, e tenendo d’occhio i futuri giocatori talentuosi.

Iscriversi ad una poker community porta a molti vantaggi, per questo motivo consigliamo di partecipare attivamente alle attività proposte, di fare amicizie anche disinteressate e socializzare con gli altri giocatori.

 

Posted by rita On dicembre - 13 - 2012

Da oggi sarà possibile giocare ovunque grazie al poker mobile

Il poker mobile è un fenomeno crescente nei paesi europei da più di un anno a questa parte, e adesso è giunto anche in Italia. Grazie ad alcune applicazioni specifiche, si possono scaricare i software dei giochi di poker mobile, anche dai siti ufficiali e legalizzati dall’Aams.

Non a caso nei siti di gambling è possibile scegliere quale software è il più adatto per la tecnologia del proprio telefonino.
Grazie al poker mobile, si potrà giocare in ogni momento della giornata, ma anche in qualunque posto in cui ti trovi; basterà infatti avere la connessione ad internet illimitata per poter giocare tranquillamente e ovunque ci sia campo, e questo sarà utile anche per i giocatori occasionali che non possono partecipare sempre ai tornei di poker.
Il poker mobile è un’evoluzione del poker online.

Anche se non tutti gli smartphone, soprattutto i modelli più vecchi, possono essere abilitati per gestire il software del poker mobile; per questo motivo è sempre meglio verificare la compatibilità dei giochi con il proprio telefonino per evitare spiacevoli inconvenienti tecnici.
Invece i tablet possono essere i più adatti per l’interazione portatile dei giochi di casinò online, anche quelli più elementari e meno tecnologici.
Insomma chi è un appassionato giocatore di poker online, non può perdere quest’occasione di giocare anche con il poker mobile.

 

Posted by rita On dicembre - 7 - 2012

In Italia tassano qualsiasi attività, per cui non bisogna stupirci che ci siano anche tasse poker, soprattutto per i giocatori professionisti e chi ha reso il poker come principale fonte di guadagno.
E la Guardia di Finanza spesso apre delle indagini per analizzare i dati e le entrate nei tornei, soprattutto per chi partecipa ai tornei live all’estero.

Migliaia di giocatori sono stati messi sotto esame, dato che non sono state dichiarate ben 73 milioni di euro di vincite.
Non esistendo una legge specifica sulle tasse poker, e soprattutto sulle attività dei giocatori di poker professionisti, i giocatori italiani spesso ignorano quale sia la normativa fiscale e l’interpretazione applicata per il gioco d’azzardo.

Prima di tutto, il contribuente italiano, residente in Italia, è obbligato a dichiarare al fisco tutti i redditi prodotti in Italia e all’estero.
E nel poker italiano viene interpretato così: le tasse poker riguardano tutte le vincite ottenute su rooms con licenza AAMS, che infatti sono già tassate alla fonte, così come tutti i giochi come lotterie, gambling, scommesse e concorsi a premio.

Insomma le tasse poker sono incluse nei siti di poker italiani con licenza AAMS,  ma questa interpretazione non potrà essere certa al 100% finché non ci sarà una normativa completa.
Questa problematica con le tasse poker succede perché non c’è un riconoscimento della figura del giocatore professionista, così i player occasionali non sempre vengono tassati, ma i professionisti devono dichiarare il reddito maturato corso dell’esercizio fiscale.

Posted by rita On dicembre - 6 - 2012

European Poker Tour: quest’anno si terrà in Repubblica Ceca, a Praga.

Domenica prossima comincerà l’ European Poker Tour, uno dei tornei più gettonati nel mondo del poker europeo.
Si terrà per la sesta volta a Praga, la capitale della Repubblica Ceca, precisamente nel magnifico Golden Prague Poker dell’Hilton Prague Hotel.
L’evento durerà una settimana, fino al sabato 15 Dicembre.

Questa sarà la terza tappa della nona stagione dell’ European Poker Tour, tutto sponsorizzato dall’azienda PokerStars.
L’evento principale prevede un buy-in di “soli” 5mila euro, più altri 300 di spese. Le stack iniziali conterranno 30mila fiches e i livelli di gioco dureranno dapprima 75 minuti, per poi prolungarsi a 90 minuti per i giorni seguenti.

L’ultimo successo ottenuto da italiani nell’ European Poker Tour avvenne il dicembre 2008 grazie a Salvatore Bonavena, aggiudicandosi la bellezza di 774mila euro di premio. Egli sarà presente anche a questo torneo, assieme agli altri giocatori del PokerStars team, incluso Luca Pagano.

La tappa dell’ European Poker Tour si congiungerò alla tappa dell’ Eureka Poker Tour, cominciato in questi giorni, anch’esso un torneo sponsorizzato da PokerStars.
Quindi le giornate di gioco del poker saranno addirittura undici, quindi si spera che quest’anno ci sarà più di un successo completamente azzurro.

 

Posted by rita On dicembre - 5 - 2012

Il poker online su Facebook sarà a pagamento?

Se prima si sperava che il poker online su Facebook rimanesse gratuito, ora dobbiamo solo rassegnarci. Dal 2013 nasceranno delle poker room su Zynga dove si potrà giocare con soldi reali.
Mark Zuckenberg concede il permesso di operare senza vincoli per questa opzione dei giochi online di poker.

Zynga è una società che si occupa totalmente di giochi online che possono essere giocati sia dalla loro piattaforma sia su Facebook.
Considerando che essa conta 120mila iscritti soltanto nella modalità funny money solo su facebook, hanno pensato di sfruttare il gioco di poker online di Zynga come software semplice per giocare con soldi reali.
Non a caso la Zynga ha firmato un contratto di partnership con Bwin.party con il fine di rendere tutto ciò possibile, e adesso Facebook ha concesso il permesso di aggirare i Facebook credits, ossia il metodo di pagamento per i gettoni dei giochi su Facebook che dava un compenso del 30% per ogni transazione monetaria.

A questo punto  vi chiederete se l’AAMS ostacolerà questo nuovo gioco a pagamento di poker online. La risposta è negativa.
La società Zynga possiede già la licenza dell’AAMS per operare sul territorio italiano, perciò nessuno ostacolerà il gioco di Facebook e la manovra di pagamento per il poker online di Zynga.
Sarà concesso ancora giocare in modalità free money? Probabilmente sì, ci sarà la possibilità di giocare gratuitamente per gli utenti di Facebook, seppur in maniera limitata.

 

Posted by rita On dicembre - 4 - 2012
Il 7 Dicembre si darà il via alla settima edizione della Notte del Poker Club nella città di Venezia. Dal 7 all’11 Dicembre si darà il via ai tornei e agli aventi nel casinò Ca’ Vendramin Calergi di Venezia, dopo l’inaugurazione dell’ospite speciale Valentina Vezzali, l’atleta italiana che possiede più medaglie in assoluto. L’evento sarà poi trasmesso su POKERItalia24, canale 59 del digitale terrestre e canale 222 di Sky.
Nel torneo italiano di poker Texas Hold’em parteciperanno i grandi campioni del poker italiano, come Max Pescatori, Vito Planeta, la celebre coppia testimonial Pamela Camassa e Filippo Bisciglia e tanti altri giocatori.
Secondo calcoli approssimativi, parteciperanno almeno 300 professionisti italiani, fra cui anche i giocatori qualificati nel torneo online organizzato sulla piattaforma di poker Lottomatica.
Il vincitore del torneo della Notte del poker club, oltre al montepremi in denaro, avrà l’onore di possedere un trofeo realizzato da Giampiero Malgioglio, un artista romano che ha realizzato una statua in marmo di una Fiches, decorata con foglie d’oro e d’argento.
Ma la notte del poker ospiterà anche altri eventi, come un corso intensivo per imparare le regole base del Texas Hold’em, tenuto da veri giocatori professionisti.
 Per iscriversi al torneo, basta informarsi sul sito di Lottomatica, uno dei curatori dell’evento della Notte del poker, assieme alla 2Bcom, Tilt Events e al casinò di Venezia.
Posted by rita On dicembre - 1 - 2012

I tornei di poker Texas Holdem sono ancora un sogno nel trevigiano.

Il Texas Holdem viene bandito a Treviso e nelle province vicine. Il questore Carmine Damine ha negato le deroghe al decreto del 2009, impedendo l’apertura di nuove sale da gioco su tutto il territorio provinciale.

Sebbene non sia ancora del tutto chiaro se giocare al poker dal vivo sia legale o no, la polizia di Treviso si impunta nella sua posizione e impedisce  il gioco del poker texas holdem dal vivo.
Il colmo di tutta questa vicenda è la vicinanza ad un famosissimo casinò italiano legale, il casinò di Venezia. E l’altro paradosso è che il regolamento che chiarirebbe tutto il sistema di gioco esiste già da ben due anni, ma non è ancora ufficiale. Insomma una situazione di stallo.
Si attendono nel Trevigiano e nel Veneziano i decreti che, a quanto si dice, entro il 31 gennaio farebbero partire il bando di gara per l’assegnazione delle concessioni di gioco, così concedendo ai giocatori di poter organizzare dei tornei di texas holdem live.

Inoltre è difficile fermare la moda del texas holdem, ma i giocatori non si scoraggiano. Se non possono giocare dal vivo, rifuggono nei casinò online legalmente.

Posted by rita On novembre - 30 - 2012

Eurovegas: sarà una Las Vegas totalmente europea

 

Per la prima volta con Eurovegas entrerà in Europa il concetto di un casinò americano gigantesco, pronto ad invadere la Spagna.
Sheldon Adelson, oltre al progettista di Eurovegas, è il presidente e amministratore delegato della Las Vegas Sands Corporation negli Stati Uniti. Egli vorrebbe sviluppare un grande resort con hotel, casinò, campi da golf e centri per il tempo libero in Spagna.

Adelson ha negoziato con Madrid e Barcellona, al fine di decidere dove sviluppare questo mega progetto. Secondo lui questo progetto darà slancio all’economia della città, a seconda di quale sarà il primo a prendere una decisione definitiva su questo progetto.
Tutti gli interessati a questo progetto hanno molti diversi punti di vista: secondo alcuni oppositori questo slancio economico porterà ad effetti negativi sull’immagine di queste antiche città di Madrid e Barcellona; un altro degli aspetti positivi di questo progetto è, invece, che permetterà a Madrid di poter promuovere il turismo.

Per alcuni Barcellona è la scelta migliore per questo progetto, per le sue belle spiagge. Il grande problema che il progetto affronta è che questa città ha una speciale protezione per le sue caratteristiche paesaggistiche nei luoghi in cui è previsto il progetto per la costruzione.
L’altra grande chiave nelle opere è la domanda Mr. Adelson di agevolazioni fiscali significative. Queste agevolazioni fiscali, se consentito, sarà uno svantaggio per le altre società spagnole che sono attualmente impegnati nello stesso settore.

Questo progetto ha creato uno scontro di benefici economici con lo spirito, la cultura e lo stile di vita spagnolo. Secondo alcuni gruppi anti-Eurovegas questo progettoagirà come un magnete per l’illegalità.
L’altro vantaggio del progetto sarebbe un impatto positivo sul mercato immobiliare in entrambe le città, in quanto creerebbe più posti di lavoro e quindi un aumento della domanda di case e appartamenti residenziali.
Eurovegas dovrebbe essere costruita fra tra il 2011 e il 2022. Nei primi primi due anni, circa 158 milioni di euro sarebbero dedicate al lavoro legale e tecnico. Dopo questo tra il 2013 e il 2015, l’investimento dovrebbe essere aumentato a 5,7 miliardi di euro per mettere in moto la prima fase del complesso. Una volta che questo progetto verrà completato nel 2025, dovrebbe fornire il 4,5 per cento del PIL totale della regione di Madrid.

Posted by rita On novembre - 28 - 2012

Ed ecco che il primo World Poker Tour di Montreal termina con il trionfo del canadese Jonathan Roy, ed è anche il suo primo successo di una certa rilevanza.
Il numero di iscrizioni era altissimo: 1.173 giocatori hanno pagato una tassa di partecipazione da 3,500 dollari, generando un prizepool da quasi 3,4 milioni. Un vero record per il Canada.

In questo torneo partecipavano molti professionisti noti nel mondo del poker mondiale, come Xuan Liu, Martin Jacobson, Mike McDonald.

Il tavolo finale del WPT Montreal vedeva sei giocatori competere per una prima moneta di quasi 780.000$, con tre giocatori canadesi e tre statunitensi.

Il Final Table del WPT Montreal

Il tavolo finale dell’appuntamento canadese col World Poker Tour vedeva solo 6 giocatori competere per una prima moneta stratosferica che arrivava quasi a 780.000$: tre giocatori canadesi e tre statunitensi.
Il canadese Sylvian Siebert era il chipleader ed arriverà al 5° posto, mentre Jonathan Roy partiva dal 3° posto. Al 6° è arrivato Peter Kaemmerlen, al 4° posto Gavin Smith.
Al 3° posto è arrivato Jeff Gross, che si è accontentato di 318mila dollari; al 2° posto è arrivato Pascal Lefrancois, che ha ottenuto 471mila dollari; e al primo posto ovviamente c’era Jonathan Roy, aggiudicandosi quasi 780mila dollari.

 

Posted by rita On novembre - 26 - 2012

Black Friday, uno degli eventi più catastrofici per i giocatori di poker online, ha finalmente una conclusione.

Il Black Friday, avvenuto il 15 aprile 2011,  tanti giocatori di poker online si ritrovarono i siti di poker in tilt nel Regno Unito.

Ognuno di loro ebbe uno shock quando vennero a conoscenza del caso, dove gli Stati Uniti punirono penalmente i fondatori delle tre maggiori società di poker online, PokerStars, Full Tilt Poker e Cereus (Absolute Poker / Ultimaebet). accusandoli di aver violato la Unlawful Internet Gambling Enforcement Act (UIGEA) e denunciandoli per frode bancaria e riciclaggio di denaro, al fine di elaborare i trasferimenti a e dai loro clienti.
Così gli Stati Uniti d’America presero in confisca tutti i loro beni, trovandosi  Pokerstars, Full Tilt e Cereus. Circa 3 miliardi di dollari di beni appartenevano a queste società.

Dopo l’imputazione è stata sigillata il 15 aprile 2011, questa data è stato subito soprannominata Black Friday da parte della comunità del poker online. I giocatori on-line erano completamente sbalorditi, dato che avevano un’aspettativa che non ci ci fossero segnali di pericolo e non sapevano che fossero in grado di riscattare il loro denaro da questi siti. E ‘stato come un fulmine a ciel sereno per questi giocatori.

Ma ogni nube scura ha un rivestimento d’argento: dopo un anno di disperazione, per questi giocatori è apparso il Sole. La causa civile del governo è stata respinta il 31 luglio 2012, che termina tutte contese tra il governo e le PokerStars / società di Full Tilt.
Il Full Tilt Poker è stato rilanciato il 6 Nov 2012, e gran parte dei casinò ha reso disponibile $ 184 milioni di saldi. La grande domanda che tutti si pongono è se i giocatori proseguiranno le loro attività nel sito di poker o sceglieranno di incassare.
Solo il tempo ci dirà se il Full Tilt Poker raggiungere lo stesso livello hanno fatto in passato e se il Black Friday ha cessato di esistere.

Posted by luigi On novembre - 20 - 2012

Poker live, nuova scossa da tolleranza zero: le forze dell’ordine stanno rinnovando una battaglia senza frontiere contro i tornei di poker live, sfruttando anche denunce che arrivano un po’ da ogni parte d’Italia riguardo all’organizzazione di tornei clandestini.

In ordine di cronaca: chiuse bische in cui si tenevano tornei di poker live a Verona e a Torino. In quest’ultimo caso la polizia è irrotta in una birreria: i presenti sono stati tutti denunciati, compreso il gestore del locale: partecipazione ed esercizio del gioco d’azzardo, l’accusa. Le mani di poker si tenevano sul retro del locale.

Gli agenti delle forze dell’ordine hanno rinvenuto e sequestrato sul luogo oltre 1.200 euro in contanti, le chips, le carte e tutto il materiale che serviva all’organizzazione dei tornei.

Una nuova ondata di controlli contro il gioco d’azzardo, dunque. Gioco d’azzardo che, ricordiamolo, in Italia non può svolgersi in nessun altro luogo fisico al di fuori dei quattro casinò autorizzati. Senza considerare ovviamente la possibilità di giocare online, dopo la regolamentazione del mercato web ne Luglio del 2011.

Un’intolleranza senza frontiere che assume un senso fino a un certo punto, a nostro parere: un’irruenza dovuta allorché la stessa sia rivolta a smascherare organizzazioni criminali che smistano danaro proveniente da altre attività illegali, esagerata se rivolta a sventare semplici tentativi di dissimulazione della noia da parte di un gruppetto di amici che ambisce a trascorrere il tempo divertendosi.

Cosa direste alla polizia se vi sequestrasse le carte mentre vi divertite a tressette col vostro nucleo di amici abituale? A me scapperebbe quanto meno da ridere.

Insomma, tolleranza zero va pure bene, ma purché si giunga ad una definizione più netta di cosa sia proibito, ed a ben ragione.

Non farti coinvolgere dall’illegalita’ dei casino’ illegali, fidati solo di casino’ e siti di scommesse in possesso della licenza AAMS, come bwin, dove oltre ad avere la possibilita’ di giocare al poker, puoi anche cimentarti nelle calcio scommesse.

 

 

 

 

 

 

 

Utilizzando il sito, accetti raccolta ed uso dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Cookie Policy

Uso dei Cookies in questo sito

Nella presente cookie policy viene descritto l'utilizzo dei cookies di questo sito. Titolare del trattamento dei dati personali è il soggetto cui fa riferimento il sito stesso, individuato nella home page del sito stesso

Che cos'è un cookie?

I cookie sono porzioni di informazioni che il sito Web inserisce nel tuo dispositivo di navigazione quando visiti una pagina. Possono comportare la trasmissione di informazioni tra il sito Web e il tuo dispositivo, e tra quest'ultimo e altri siti che operano per conto nostro o in privato, conformemente a quanto stabilito nella rispettiva Informativa sulla privacy. Possiamo utilizzare i cookie per riunire le informazioni che raccogliamo su di te. Puoi decidere di ricevere un avviso ogni volta che viene inviato un cookie o di disabilitare tutti i cookie modificando le impostazioni del browser. Disabilitando i cookie, tuttavia, alcuni dei nostri servizi potrebbero non funzionare correttamente e non potrai accedere a numerose funzionalità pensate per ottimizzare la tua esperienza di navigazione nel sito. Per maggiori informazioni sulla gestione o la disabilitazione dei cookie del browser, consulta l'ultima sezione della presente Politica sui cookie. Utilizziamo varie tipologie di cookie con funzioni diverse. Ci riserviamo di pubblicare una tabella periodicamente aggiornata per indicare i tipi di cookie utilizzati e i riferimenti utili per conoscere le specifiche finalità di utilizzo. Qui di seguito riportiamo una descrizione sintetica delle principali tipologie di cookie tecnicamente utilizzabili. Per fornirti ogni utile informazione sui cookie e sul loro utilizzo anche solo potenziale e per sapere come modificare il settaggio del tuo browser relativamente all'uso dei cookie ti invitiamo a leggere questa descrizione dettagliata. Cookie di sessione e permanenti Preliminarmente precisiamo che la durata dei dei cookie installati può essere limitato alla sessione di navigazione o estendesi per un tempo maggiore anche dopo che l'ustente ha abbandonato il sito visitato. Privilegiamo l'uso di c.d. cookie di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e svaniscono con la chiusura del browser) permette la trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito. I c.d. cookies di sessione utilizzati in questo sito evitano il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti e non consentono l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.

1. Cookie tecnici

Questi cookie sono fondamentali per poter navigare sul sito Web e utilizzare alcune funzionalità. Senza i cookie strettamente necessari, i servizi online che normalmente sono offerti dal sito, potrebbero non essere accessibili se la loro erogazione si basa esclusivamente su cookie di questa natura. Infatti i cookie di questo tipo permettono all’utente di navigare in modo efficiente tra le pagine di un sito web e di utilizzare le diverse opzioni e servizi proposti. Consentono, ad esempio di identificare una sessione, accedere ad aree riservate, ricordare gli elementi che compongono una richiesta formulata in precedenza, perfezionare un ordine di acquisto o la memorizzazione di un preventivo. Non è necessario fornire il consenso per i cookie tecnici, poiché sono indispensabili per assicurarti i servizi richiesti.  E' possibile bloccare o rimuovere i cookie tecnici modificando la configurazione delle opzioni del proprio browser. Se si disattivano o eliminando i cookie stessi. Tuttavia eseguendo queste operazioni, è possibile che non si riesca ad accedere a determinate aree del sito web o ad utilizzare alcuni dei servizi offerti. Per ulteriori informazioni ci rifacciamo all'informativa sulla privacy del sito.

2. Cookie per l'analisi delle prestazioni

È possibile che da parte nostra o dei i fornitori di servizi che operano per nostro conto vengano inseriti dei cookie per le prestazioni nel tuo dispositivo di navigazione. Le informazioni raccolte mediante i cookie per le prestazioni sono utilizzate esclusivamente da noi o nel nostro interesse. I cookie per le prestazioni raccolgono informazioni anonime relative al modo in cui gli utenti utilizzano il sito Web e le sue varie funzionalità. Ad esempio, i nostri cookie per le prestazioni raccolgono informazioni in merito alle pagine del sito che visiti più spesso e alle nostre pubblicità che compaiono su altri siti Web con cui interagisci, oltre a verificare se apri e leggi le comunicazioni che ti inviamo e se ricevi messaggi di errore. Le informazioni raccolte possono essere utilizzate per personalizzare la tua esperienza online mostrando contenuti specifici. I cookie per le prestazioni servono anche per limitare il numero di visualizzazioni di uno stesso annuncio pubblicitario. I nostri cookie per le prestazioni non raccolgono informazioni di carattere personale. Un collegamento alla nostra Cookie Policy è disponibile tramite un link presente nel sito. Continuando a utilizzare questo sito Web e le sue funzionalità, autorizzi noi (e gli inserzionisti esterni di questo sito Web) a inserire cookie per le prestazioni nel tuo dispositivo di navigazione. Per eliminare o gestire i cookie per le prestazioni, consultare l'ultima sezione della presente Cookie Policy. In particolare il sito può utilizzare Google Analytics che è uno strumento di analisi di Google che aiuta i proprietari di siti web e app a capire come i visitatori interagiscono con i contenuti di loro proprietà. Si può utilizzare un set di cookie per raccogliere informazioni e generare statistiche di utilizzo del sito web senza identificazione personale dei singoli visitatori da parte di Google. Oltre a generare rapporti sulle statistiche di utilizzo dei siti web, il tag pixel di Google Analytics può essere utilizzato, insieme ad alcuni cookie per la pubblicità descritti sopra, per consentirci di mostrare risultati più pertinenti nelle proprietà di Google (come la Ricerca Google) e in tutto il Web. Per ulteriori informazioni è possibile consultare questo sito cookie di Analytics e privacy.

3. Cookie di profilazione

Ci riserviamo la possibilità di utillizzare da parte nostra (o dei i fornitori di servizi che operano per nostro conto) cookie di profilazione per memorizzare le scelte effettuata (preferenza della lingua, paese o altre impostazioni online) e per fornire le funzionalità personalizzate od ottimizzate che presumiamo possano essere preferite dall'utente o per memorizzare le sue abitudini e preferenze manifestate durante la navigazione. I cookie di profilazione possono essere utilizzati per offrirti servizi online, per inviarti pubblicità che tenga conto dei tuoi interessi o per evitare che ti vengano offerti servizi che hai rifiutato in passato. Peraltro informiamo che tecnicamente è possibile autorizzare inserzionisti o terze parti a fornire contenuti e altre esperienze online tramite questo sito Web. In questo caso, la terza parte in questione potrebbe inserire i propri cookie di profilazione nel tuo dispositivo e utilizzarli, in modo analogo a noi, al fine di fornirti funzionalità personalizzate e ottimizzare la tua esperienza d'uso. Selezionando opzioni e impostazioni personalizzate o funzionalità ottimizzate in base alle preferenze manifestate dall'utente, si autorizza l'utilizzo da parte nostra dei cookie di profilazione necessari a offrirti tali esperienze. Eliminando i cookie di profilazione, le preferenze o le impostazioni selezionate non verranno memorizzate per visite future. Nel caso in cui vengano utilizzati cookie di parti terze ci riserviamo di indicare dettagliatamente i link alle informative predisposte da tali soggetti. Il sito può utilizzare strumenti di remarketing di parti terze. In tal caso alcune pagine del sito possono includere un codice definito "codice remarketing". Questo codice permette di leggere e configurare i cookie del browser al fine di determinare quale tipo di annuncio visualizzerai, in funzione dei dati relativi alla tu visita al sito, quali per esempio il circuito di navigazione scelto, le pagine effettivamente visitate o le azioni compiute all'interno delle stesse. Le liste di remarketing così create sono conservate in un database dei server di Google in cui si conservano tutti gli ID dei cookie associati ad ogni lista o categoria di interessi. Le informazioni ottenute consentono di identificare solo il browser, dato che con queste informazioni la parte terza non è in grado di identificare l'utente. Questi strumenti consentono di pubblicare annunci personalizzati in base alle visite degli utenti al nostro sito. L’autorizzazione alla raccolta e all’archiviazione dei dati può essere revocata in qualsiasi momento. L’utente può disattivare l’utilizzo dei cookie da parte di Google attraverso le specifiche opzioni di impostazione dei diversi browser. In particolare questi sono i principali strumenti di remarketing che potremmo utilizzare: Google Adwords Per maggiori informazioni sul Remarketing di Google è possibile visitare la pagina https://support.google.com/adwords/answer/2454000?hl=it&ref_topic=2677326 Per maggiori informazioni sulle Norme e Principi Google per la Privacy è possibile visitare la pagina http://www.google.it/policies/technologies/ads/ Bing Ads Per maggiori informazioni sul Remarketing di Microsoft è possibile visitare la pagina http://choice.microsoft.com/it-IT Per maggiori informazioni sulle Norme e Principi di Microsoft per la Privacy è possibile visitare la pagina http://www.microsoft.com/privacystatement/it-it/bingandmsn/default.aspx Facebook Ads Per maggiori informazioni sul Remarketing di Facebook è possibile visitare la pagina https://www.facebook.com/help/1505060059715840

Visitatori registrati

Ci riserviamo il diritto di analizzare le attività online dei visitatori registrati sui nostri siti Web e sui servizi online tramite l'uso dei cookie e di altre tecnologie di tracciabilità. Se hai scelto di ricevere comunicazioni da parte nostra, possiamo utilizzare i cookie e altre tecnologie di tracciabilità per personalizzare le future comunicazioni in funzione dei tuoi interessi. Inoltre, ci riserviamo il diritto di utilizzare cookie o altre tecnologie di tracciabilità all'interno delle comunicazioni che ricevi da noi (ad esempio, per sapere se queste sono state lette o aperte o per rilevare con quali contenuti hai interagito e quali collegamenti hai aperto), in modo da rendere le comunicazioni future più rispondenti ai tuoi interessi. Se non desideri più ricevere comunicazioni mirate, puoi fare clic sul collegamento per l'annullamento dell'iscrizione, disponibile nelle nostre comunicazioni, o accedere al tuo account per revocare il consenso all'invio di comunicazioni a fini di marketing. Se non desideri più ricevere comunicazioni pubblicitarie personalizzate in base alla tua attività online su questo e altri siti Web, segui le istruzioni sopra riportate (per gli annunci pubblicitari mirati). Abilitazione/disabilitazione di cookie tramite il browser Esistono diversi modi per gestire i cookie e altre tecnologie di tracciabilità. Modificando le impostazioni del browser, puoi accettare o rifiutare i cookie o decidere di ricevere un messaggio di avviso prima di accettare un cookie dai siti Web visitati. Ti ricordiamo che disabilitando completamente i cookie nel browser potresti non essere in grado di utilizzare tutte le nostre funzionalità interattive. Se utilizzi più computer in postazioni diverse, assicurati che ogni browser sia impostato in modo da soddisfare le tue preferenze. Puoi eliminare tutti i cookie installati nella cartella dei cookie del tuo browser. Ciascun browser presenta procedure diverse per la gestione delle impostazioni. Fai clic su uno dei collegamenti sottostanti per ottenere istruzioni specifiche. Se non utilizzi nessuno dei browser sopra elencati, seleziona "cookie" nella relativa sezione della guida per scoprire dove si trova la tua cartella dei cookie.

Eliminazione dei cookie Flash

Fai clic sul collegamento qui di seguito per modificare le tue impostazioni relative ai cookie Flash. Disabilitazione dei cookie Flash Attivazione e disattivazione dei cookies tramite servizi di terzi Oltre a poter utilizzare gli strumenti previsti dal browser per attivare o disattivare i singoli cookies, informiamo che il sito www.youronlinechoices.com riporta l'elenco dei principali provider che lavorano con i gestori dei siti web per raccogliere e utilizzare informazioni utili alla fruizione della pubblicità comportamentale. Tenuto conto che è possibile che nel corso del tempo vengano installati cookie di profilazione di terze parte, puoi verificarli facilmente e scegliere se accettarli o meno accedendo al sito www.youronlinechoices.com/it Puoi disattivare o attivare tutte le società o in alternativa regolare le tue preferenze individualmente per ogni società. In particolare per compiere con facilità questa operazione puoi utilizzare lo strumento che trovi nella pagina www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte e controllare agevolmente le tue preferenze sulla pubblicità comportamentale. Ulteriori informazioni utili sui cookie sono disponibili a questi indirizzi:

Chiudi